Le Isole Tremiti

Le isole Tremiti sono un arcipelago del mare Adriatico, a 12 miglia nautiche a nord del promontorio del Gargano. L’intera area delle Tremiti è una riserva marina naturale protetta.

L’arcipelago è composto dalle isole di:

  •  San Domino, più grande, dalla bellissima costa, sulla quale sono insediate le principali strutture turistiche anche grazie alla presenza dell’unica spiaggia sabbiosa dell’arcipelago (Cala delle Arene).
  • San Nicola, punto d’approdo principale, dove si trovano i principali monumenti dell’arcipelago.
  •  Capraia (detta pure Caprara o Capperaia), disabitata, che offre affascinanti calette.
  • Pianosa, un pianoro roccioso anch’esso completamente disabitato e distante una ventina di chilometri dalle altre isole.

Vi sono poi gli Scogli di  Cretaccio e La Vecchia dove la leggenda vuole prima di ogni temporale compare il fantasma di una vecchia (da cui il nome dello scoglio) intenta a filare.
Per la qualita del mare l’arcipelago è stato più volte insignito della Bandiera Blu.
Il mare presenta caratteristiche uniche ed anche la costa, con scogli suggestivi come i pagliai o lo scoglio delle elefante, merita la traversata. Per spostarsi tra le isole e visitare la costa è possibile partecipare a un tour in barca o noleggiare un gommone e visitare questo paradiso marino in autonomia.

Sull’isola di San Nicola troviamo l’abbazia di santa Maria a Mare , costruita nel 1045, che conserva mirabili frammenti di mosaico d’epoca romanico-bizantina: la croce dipinta di oltre tre metri d’altezza, realizzata forse in Toscana nel XIII secolo e il castello dei Badiali adiacente alla chiesa. Le isole sono anche dette Isole Diomedee, poiche’ secondo la leggenda fu Diomede, a crearle: il valoroso eroe dell’Iliade dapprima creò il Subappennino ed il Gargano con due enormi massi provenienti dalla distrutta rocca di Pergamo; poi essendogli rimasti in mano altri ciottoli, li avrebbe lanciati in mare, formando le Isole Tremiti.

Le isole Tremiti sono il punto più a nord della Puglia, ricadono all’interno del Parco Nazionale del Gargano.

A causa della sua storia singolare, la popolazione delle Tremiti parla in dialetto Napoletano.
Nel 1783, Ferdinando IV di Napoli, ci istituì una colonia penale, di cui ancora oggi si possono ammirare i resti, portando sulle Isole guardie e galeotti provenienti dalla capitale del Regno.  Nel 1843 Ferdinando II delle Due Sicilie decise per ripopolare le isole inviò dei pescatori provenienti da Ischia, esperti nella navigazione e nei lavori marittimi.

La storia dei confinamenti alle Tremiti continuò anche nel ‘900, nel 1911 furono confinati alle Tremiti circa 1300 libici che si opponevano all’occupazione coloniale italiana mentre in epoca fascista ospitò numerosi oppositori politici, tra i quali anche il futuro Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Nel periodo estivo 2 motonavi partono dal porto di Vieste, tempo di percorrenza 2 ore circa

persone che fanno il bagno alle tremiti

Segui Turismovieste.it anche sui social per aggiornamenti e live in diretta. Unisciti alla community e condividi le foto delle tue vacanze a Vieste!

Guarda anche:

Turismovieste.it è realizzato da Diego Romano, web marketing

Le ultime dal Blog:

Cerchi un alloggio?

HOTEL e SISTEMAZIONI IN EVIDENZA
Menu