Bonus Vacanza a Vieste

Vuoi utilizzare il Bonus vacanza a Vieste?

In questa pagina troverai le strutture ricettive che accettano il bonus vacanza e le modalità di utilizzo.
Ricordiamo che il bonus è valido solo in caso di prenotazioni dirette e non tramite portali web e che l’utilizzo del Bonus Vacanze va concordato con la struttura al momento della prenotazione.

ATTENZIONE: La legge di bilancio 2021 ha esteso la validità del bonus.
Il bonus vacanza, richiesto nel 2020, potrà essere usato fino a fine dicembre 2021 con la nuova proroga.

Elenco strutture di Vieste che accettano il Bonus Vacanze, anche nel 2021

Casa Vacanze la Banchina
Casa Vacanze vista mare, in centro, bonus valido solo per soggiorni di almeno 14 notti

B&B Marina Piccola
Accetta il bonus per soggiorni di almeno 7 notti.

Villaggio Camping Oasi
Direttamente sul mare, accetta il bonus in base alla disponibilità

Villaggio Baia della Tufara
a 150 metri dalla spiaggia, accetta il bonus in base alla disponibilità

Piccola America
Villaggio direttamente sul mare, accetta il bonus per soggiorni di minimo 7 notti

Villagge Del Sole e Camping del Turco
a pochi passi dalla spiaggia, accetta il bonus per soggiorni di almeno 14 giorni in appartamento

Gabbiano Beach
Hotel Residence direttamente sul mare (accetta il bonus alle condizioni riportate nel link)

Baia dei Lombardi
Camping Village direttamente sul mare (accetta il bonus alle condizioni riportate nel link)

Maison Marie
Accetta il bonus per soggiorni di almeno 14 notti (no agosto)

Regine Club
Accetta il bonus per soggiorni di almeno 14 notti (no agosto)

Lista in aggiornamento (elenco strutture 2020, contattare per dettagli)

Hotel Ponte
Hotel a gestione familiare, accetta il bonus per soggiorni di minimo 10 notti

Piano Grande Residence
Immerso nel verde, accetta il bonus per soggiorni settimanali

Appartamenti Minervino
Immerso nel verde, accetta il bonus per soggiorni settimanali

Villa Terra nostra
Camere e case vacanza immerse nel verde, accetta il bonus per soggiorni settimanali

Residenza Cristallo
Appartamenti in centro, vicino al mare, accetta il bonus per importi min.€1500

Potete trovare qui info utili rilasciate all’agenzia dell’entrate il 17/6/2020

La guida all’utilizzo
Il Vademecum
Il provvedimento

Per richiedere il l’agevolazione occorre installare “IO”, l’app dei servizi pubblici, resa disponibile da PagoPA.
E’ necessario avere un Isee in corso di validità al di sotto dei 40.000 euro da presentare allINPS, anche attraverso i CAF centri assistenza fiscale. L’app, alla quale si accede mediante l’identità digitale SPID o la Carta d’Identità Elettronica, fornirà un codice univoco e un QR-code da utilizzate per spendere il bonus. L’app indicherà, oltre all’importo dello sconto e quello del credito d’imposta, l’elenco di tutti i componenti del nucleo familiare e il periodo entro cui è possibile utilizzarlo. Al momento del pagamento dell’importo dovuto il componente del nucleo familiare che intende fruire del bonus deve comunicare al fornitore il codice univoco generato dall’app IO o esibire il relativo QR-code.
Non è obbligatorio da parte delle strutture ricettive accettare il bonus.

Come si legge in gazzetta ufficiale il bonus è spendibile d’intesa con la struttura nelle imprese turistiche (comprese case vacanza con partita iva e B&B).
Il bonus vale 500€ per le famiglie, 300€ per le coppie e 150€ per le persone singole (ISEE inferiore a 40.000 euro). L’80% del bonus viene direttamente “scalato” dal totale, mentre il restante 20% può essere usato per detrazioni fiscali.

1. Per il periodo d’imposta 2020 è riconosciuto un credito in favore dei nuclei familiari con ISEE in corso di validità, ordinario o corrente ai sensi dell’articolo 9 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013 n. 159, non superiore a 40.000 euro, utilizzabile, dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismo e dai bed &breakfast in possesso dei titoli prescritti dalla normativa nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.
2. Il credito di cui al comma 1, utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare, è attribuito nella misura massima di 500 euro per ogni nucleo familiare. La misura del credito è di 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e di 150 euro per quelli composti da una sola persona.
3. Il credito di cui al comma 1 è riconosciuto alle seguenti condizioni, prescritte a pena di decadenza:
a) le spese debbono essere sostenute in un’unica soluzione in relazione ai servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva, da un singolo agriturismo o da un singolo bed & breakfast;
b) il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale ai sensi dell’articolo 2 del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, nel quale è indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;
c) il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.
4. Il credito di cui al comma 1 è fruibile esclusivamente nella misura dell’80 per cento, d’intesa con il fornitore presso il quale i servizi sono fruiti, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20 per cento in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi da parte dell’avente diritto.

Guarda anche:

Le ultime dal Blog:

Cerchi un alloggio?

HOTEL e SISTEMAZIONI IN EVIDENZA

Marc Hotel

Hotel 4 Stelle a 150 metri dal mare, vicino al centro
Menu